In Onda

Tribute Frankie Knuckles Ascolta il meglio di Frankie Knuckles

Home

BOOK ON AIR – La Trilogia dell’Altro #SpecialSummer2019

3 luglio 2019 Book Lovers


Giuseppe Catozzella ha un dono: l’empatia. Per chi ha avuto la fortuna di sfogliare uno o più dei suoi romanzi è abbastanza scontato riconoscere questa sua attitudine ad immedesimarsi così tanto nell’altro, a tal punto da scriverne una trilogia meravigliosa. Tre capolavori pieni di vita e di vite, vite spezzate, forti, sofferenti, rinate, vite fatte di lotte, di sogni, di speranze, di attese, di scoperte e paure.
Questi romanzi sorprendono perché raccontano con ordinarietà lo straordinario, in tutte le sue sfaccettature, che accade quotidianamente intorno a noi e che nel tempo e nell’ignoranza è diventato scontato, normale, invisibile. Ciò che più colpisce della scrittura di Giuseppe Catozzella è il rispetto delle storie che racconta e dei suoi protagonisti, che sono vivi accanto al lettore, siedono con lui sul divano e gli tengono la mano quando tra le pagine si commuove o si indigna, quando sorride e sospira.

La Trilogia dell’Altro è un percorso nel percorso di chi per noi è ancora un “altro” in minuscolo; pubblicati nell’arco di poco più di quattro anni questi libri regalano all’uomo contemporaneo la possibilità di generare un pensiero consapevole.

“Il grande futuro” è la Guerra, la guerra che uccide corpi ed esistenze, che sfida il bene, lo combatte e spesso vince, la guerra che genera l’odio con cui anche le vittime diventano carnefici, la guerra da cui non c’è ritorno, o forse a volte sì.
“Non dirmi che hai paura” è il Viaggio, quello che alcuni chiamano della speranza o dei disperati, ma Catozzella ci restituisce la visione più pura di questo viaggio che è quella della forza, del coraggio, della perseveranza, del sacrificio. Samia corre e io ho corso con lei mentre leggevo quelle pagine, e continuo a correre per lei ogni volta che un diritto di un solo uomo viene negato. Samia correva e la terra le era amica, ma il mare?
“E tu splendi” è l’Approdo, l’attracco, l’arrivo, l’accoglienza, il rifiuto. Questo libro ci mostra tutta l’incoerenza dell’uomo: un paesino che ha sempre vissuto all’ombra dell’emigrazione, riconoscendo in questo movimento l’unico strumento in grado di migliorare la vita di chi sceglie di andare, viene stravolto dalla scoperta di un piccolo gruppo di stranieri e si unisce intorno alla necessità di puntare il dito contro gli immigrati.

La Trilogia dell’Altro è un tesoro, uno strumento per tutti coloro che hanno voglia di conoscere e comprendere.

Grazie Giuseppe.

Daniela, #BookLover 

#SpecialSummer2019 i consigli di #BookLover, in onda tutti i martedì alle 21 su www.radiocharlie.it, per le vostre letture sotto l’ombrellone (o di ritorno a casa da lavoro).


, , , , , , , , , ,

Share

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi obbligatori contrassegnati con*

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi