In Onda

No-Stop SUMMER Il meglio delle canzoni estive di oggi e di sempre

Home

#TrovalaScimmia – Ominidi e priorità

22 marzo 2018 #TrovalaScimmia Charlieblog


“Trova la Scimmia” nasce per parlare di fatti di cronaca, riproposti sotto forma di confronto tra l’essere umano ed una specie animale. Si tende a credere che l’uomo occupi una posizione morale superiore rispetto a quello degli altri animali che, considerati bradi, invece assumono comportamenti molto vicini alla civiltà. Il termine “scimmia” viene di solito utilizzato per indicare individui poco intelligenti perciò viene ripreso per sottolineare umoristicamente i fallimenti della nostra società, teoricamente, lontana dallo stato selvatico.

La parte migliore dello sport agonistico è che alcune vittorie o sconfitte importanti possono segnare intere generazioni di appassionati. Prendete i mondiali di calcio dell’82, il Tour de France del ’98 o il palio di #trovaLaScimmia 2017. Grande gara quella del 12 luglio dello scorso anno. Già avete dimenticato?

Menomale che la vostra segnapunti oltre ad essere meticolosa, attenta, sarcastica, soprattutto umile, è anche un’ottima diarista. La cronaca della suddetta partita era articolata così: I maschi dei serpenti a sonagli intraprendono duelli con altri maschi per conquistare la femmina e per difendere il territorio. Nel corso di questi duelli tendono a sollevarsi da terra con la parte superiore del corpo e a scagliarsi l’uno contro l’altro, fino a quando uno dei due non si arrende e va via. Abbandona il campo di battaglia, ammettendo la sua inferiorità, ma per una sorta di codice etico lo sconfitto deve restare vivo, illeso.

E poi c’è l’homo sapiens sapiens, che tronfio e impettito si è posto sulla punta dell’ecosistema, guida auto di lusso, dimora a Fifth Avenue, mangia cibi opulenti a discapito delle restanti specie, al punto da condurle alla sesta estinzione di massa. Risultato del match: ominidi 1 vs biodiversità 0 – zero da intendersi “rasa al suolo”. Spero sia presto il nostro turno, frattanto #trovaLaScimmia.

Sono trascorsi diversi mesi e di nuovo gli ominidi hanno perso in competizione con la salvaguardia dell’ambiente. La fauna piange la scomparsa dell’ultimo esemplare di rinoceronte bianco settentrionale. Ma fortuna che è venuto alla luce Leone… ah, non quel leone, il felino? Sicuri?

l’Oya del Tè


Share

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi obbligatori contrassegnati con*

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi