In Onda

Doc Star I grandi classici della Soul Music

Home

Egidio Gallo


Nato a Roggiano G. nel 1966. Sin da piccolo manovravo fra apparecchi musicali vari che avevo in casa a cui mio padre teneva tantissimo come ad esempio un mangianastri stereo 8, passavo molte ore ad ascoltare musica soprattutto col mangiadischi dell’epoca per i vinili a 45 giri, dischi che a tutt’oggi sono in mio possesso anche se eccessivamente “rigati” e praticamente non riproducibili .

Ricordo perfettamente uno dei primi 45 giri che ascoltavo a ripetizione era “Il cuore è uno zingaro ” di Nicola di Bari che insieme ad una cassetta stereo 8, di Patty Pravo con i brani “Ragazzo triste” e “Il Paradiso” ed altri trovata in macchina di mio padre, passavo interi pomeriggi ad ascoltarli.

L’incontro ravvicinato con vinili 33 giri, mixer ecc avviene all’inizio del 1977 quando mio padre decide di aprire anche Roggiano una discoteca, inizio sin da subito a collaborare con i vari Dj ed mixare i primi dischi, dopo 6/7 mesi facevo parte dello staff fisso dei dj che si avvicendavano mixando il sabato e la domenica sera ma il mio spazio fisso era il giovedì ed il sabato pomeriggio quando ero l’unico dj che mixava per l’apertura pomeridiana dedicata ai “teenagers”, inoltre ero anche l’unico dj delle feste private che si svolgevano nei locali della discoteca.

Il 5 ottobre del 1981 “Radio Calabria Onda Nord” inizia le trasmissioni dalla discoteca “Old Banjo music all ” con un nutrito gruppo di giovani dj locali fra i quali oltre a me c’erano Sammy e Napoleone Liparoti, Patty Lauria, Salvatore Marsico ed altri, con molti di loro l’esperienza va avanti fino alla fine dell’agosto del 1982 quando molti di questi dj, chi per lavoro chi per studio, mette la parola fine alle proprie trasmissioni, lasciando un vuoto nell’etere locale. Nonostante fossi rimasto da solo con mio padre, decidemmo di continuare l’esperienza noi due da soli. Il 27 settembre di quell’anno partimmo con un palinsesto che prevedeva molta rotazione musicale preregistrata, “Il Mattutino” fu il primo programma della “rinnovata” radio libera( che nel frattempo era stata rinnovata anche a livello strumentale) che irrompe nella Frequenza modulata locale dei 105:300 che vedeva il sottoscritto come conduttore , il programma apriva la giornata musicale dalle ore 07:00 alle ore 08:00 con musica italiana con all’interno la rubrica “l’oroscopo del Giorno”. Da lì a poco divenne una trasmissione seguitissima fra i giovani dell’epoca da casa durante la preparazione per “Scendere al Liceo”.

Dalle ore 15:00 riprendevo a trasmettere con programma tutto dedicato al lato ” B ” dei vinili a 45 giri. Nel resto della giornata, anche se non trasmettevo live, rimanevo in radio per la registrazione della rotazione musicale su bobina, quindi mi occupavo della registrazione della musica con l’inserimento delle varie pubblicità (ogni 13 minuti di musica inserivo 2 pubblicità) della sua messa in onda assicurandomi che il tutto fosse funzionante e perfettamente sincronizzato. La mia giornata radiofonica si chiudeva con un programma tutto dedicato alla musica da discoteca che andava in onda senza interruzioni pubblicitarie dalle 20,30 alle 22,00 dal lunedì al venerdì.

Inoltre nei locali della discoteca si svolgevano almeno un paio di feste private alla settimana che mi vedeva quasi sempre a fare da dj. Una parola la voglio spendere anche per le molteplici e forse tante ed esagerate feste private mattutine che si svolgevano nei locali della “mia” discoteca, feste quasi sempre organizzate dal sottoscritto insieme ai compagni di scuola, scuola che marinavamo, o con una scusa o con un’altra e poi tutti insieme ci ritrovavamo puntualmente in pista a ballare. In quelle occasioni offrivo la possibilità anche ad i miei amici di imparare a mixare, sempre con la speranza di incrementare qualche trasmissione in “live”. In effetti pian piano la radio ritrova l’energia con altri dj che si affacciavano al mondo della “radio Libera”, voglio citarne uno su tutti: “Armando Scaglione ” un ragazzo eccezionale con tantissima voglia di trasmettere musica e la voglia di musica agli altri, tant’è che molto affettuosamente lo chiamavamo “bobina vivente” per le ore che stava in radio a trasmettere senza mai staccarsi le cuffie dalla testa. Questo fino a tutto dicembre 1984. Nel gennaio del 1985, nonostante svariati tentativi per ottenere proroghe alle varie nuove normative, regolamenti e leggi, la radio chiude i battenti, normative che oltre ad essere molto restrittive erano “Economicamente insostenibili” per una radio al livello quasi locale. La discoteca risente anche delle nuove normative, ed allora da locale pubblico passa a “Privè” e cioè solo per i “soci”.

La radio libera viene a mancare soprattutto alle casalinghe che si erano abituate ad ascoltarci nelle mattinate, e non solo, di fatica casalinga. Io nel frattempo continuo a mixare nei locali della discoteca privè fino a fine settembre del 1985 quando anch’io mi vedo costretto a partire per continuare gli studi a Roma. Ricordo che nel mese di marzo del 1986 ebbi telefonicamente la notizia che a Roggiano stavano per riaprire una radio libera, felicissimo per la notizia da un lato ma dispiaciuto dall’altro, non potendo essere lì a dare una mano agli amici che si accingevano a fare una esperienza, penso indimenticabile, quale è il “fare radio”. Nel 1987 anche l’ “OLD BANJO MUSIC ALL ” discoteca privata chiude i propri battenti. Naturalmente tutta la sua strumentazione musicale quali: mixer,amplificatore, registratore, casse , ecc resta in mio possesso. Strumentazione con la quale continuavo a mixare con divertimento, dato che oltre ascoltare e mixare musica a casa per conto mio, quando rientravo a Roggiano, la fittavo per piccole feste private che in molti casi si svolgevano anche nei locali della stessa oramai ex discoteca. Strumentazione che ancora oggi, in buona parte, è in mio possesso ancora perfettamente funzionante.

Con radio Charlie, la mia fu un’esperienza di solo ospite, in un programma radiofonico a quiz nel 1988 su un personaggio pubblico a scelta presentato da Napoleone Liparoti, io insieme ad Antonio Mandato ci presentammo e vincemmo quell’edizione rispondendo a domande ” tutto su Madonna “. Nel 1992 insieme ad altri 3 amici e con un trasmettitore di 4 watt irradiammo musica (in modo del tutto illegale) per 4 settimane. Fu un’esperienza indimenticabile soprattutto divertentissima. Passammo un mese a trasmettere musica 24 ore su 24, senza registrarne un solo minuto. Il sottoscritto trasmettevo musica italiana d’autore, gli altri trasmetteva musica di tutti i generi musicali anche quella classica. Nel 1996 ancora altri 4 amici cercammo di ripetere quell’esperienza “Pirata” ma questa volta con poco successo soprattutto per l’oramai obsoleto unico trasmettitore radio rimastoci, trasmettitore che ricordo perfettamente che lo taravamo la mattina su una certa frequenza e che il pomeriggio questa si era divisa in molteplici (come si dice in gergo radiofonico) ” Spurie”. Lasciammo stare con molto amaro in bocca ripromettendoci che prima o poi avremmo rifatto “LA RADIO” a Roggiano. Nella mia esperienza musicale restano indelebili nella mente i concerti di “Branduardi” a Roma in Villa Doria Pamphilj nell’estate del 1979, dei “Rolling Stones” a Napoli nel 1982, “Sting” al Palaeur nel 1985, gli “U2” a Modena nel maggio del 1987 e per ultimo solo a livello temporale ma non l’ultimo, “Madonna” a Torino il 4 settembre 1987. Nel mezzo e dopo ma anche prima di queste date tantissimi altri concerti di altri artisti meno blasonati. Cito fra i miei più “blasonati” anche Branduardi anche perchè quello fu il mio primo concerto in assoluto perciò molto presente ancora nella mia mente. Da sempre tantissima voglia di fare Radio, da sempre a parlarne e riparlarne senza mai arrivare al sodo sopratutto per ” l’economicamente non sostenibile “. Adesso, con l’associazione ” Vergae on air” ……………. si cambia musica.

Egidio Gallo, /

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi