In Onda

Simply Good Music

Home

Il gruppo “Uniti per Fagnano” alla maggioranza: i vostri processi mediatici sono vergognosi

28 luglio 2017 Cronaca Notizie Politica


Continua il botta e risposta tra maggioranza e minoranza a Fagnano Castello. Adesso è il turno del gruppo “Uniti per Fagnano” che risponde per le rime alla compagine di governo su quanto scritto nei giorni scorsi nei confronti del consigliere Speranza.

“L’incredibile attacco mediatico dei giorni scorsi partito su facebook e conclusosi sui giornali locali, ha visto mettere
in scena un teatrino ben organizzato per screditare l’immagine di un consigliere di minoranza, P. Speranza, il
primo eletto della lista avversaria.

La lista che ha vinto nella recente competizione elettorale, tanto è presa dal difendere l’immagine del paese, che anziché difenderla, crea, alimenta e diffonde conflitto e screditamento. Questi signori, è il caso di chiamarli così, hanno costruito un caso, basandosi su un link di fb. In breve, P. Speranza, pubblicando un link è stato processato “mediaticamente come un mafioso”.

Ma stiamo scherzando? Il link, che diceva “il tempo delle chiacchiere finiu”, era ironicamente riferito al fatto che le chiacchiere sono finite proprio per gli uomini come Totò Riina, perché di fronte alle stragi mafiose (rispetto a cui quel giorno ricorreva il triste anniversario della morte di P. Borsellino) ha vinto lo Stato con l’applicazione dell’art. 41 bis (carcere duro e isolato).

Una vera e propria speculazione, nata ad arte per distogliere l’attenzione dalla gravissima situazione in cui si trova
il bilancio comunale. I soldi che già pagano i cittadini, sono destinati a questo: il comune ha fatto numerose cause,
che ha puntualmente perso e ora, il comune deve sborsare migliaia di euro a tutti quelli che hanno vinto le cause.

A chi porta vantaggio tutto questo? Agli avvocati che il comune nomina! Avvocati, che nominano avvocati! Preparatevi cari cittadini ad un bell’aumento di tasse, che a noi non piace. Ma se vogliamo parlare di legalità, la comunità deve sapere che:

– mentre il Sindaco vieta l’utilizzo di acqua per irrigare orti, un suo consigliere comunale utilizza
quotidianamente l’acqua pubblica per irrigare campi da gioco: chiediamo le immediate dimissioni e revoca di
deleghe;

– parenti di consiglieri comunali parcheggiano nell’anfiteatro;

– il Sindaco ha impedito a noi consiglieri di minoranza di vedere e leggere atti e documenti? Cosa
nascondono? E’ legale questo impedimento?

– Ci sono aree in montagna in cui vengono tagliati alberi e fanno finta di non vedere. Semmai il Sindaco e il gruppo …. Da quale parte stanno? Certamente non dalla parte del rispetto della legalità, che predicano, ma non praticano!

Se poi sono tanto ossessionati dall’immagine del paese, che ne pensano di un post pubblicato sul profilo fb
di “Fagnano Positiva” all’indomani della vittoria (e condiviso dal consigliere Salerno) in cui così scrivono: “la
festa continua…senza m.”, frase peraltro già pronunciata sul palco durante la festa della vittoria?

La “m”, che sta per acceso appetito sessuale, è sufficientemente decoroso utilizzare tali allusioni in
rappresentanza di un paese? Noi proviamo un sacco di vergogna, per loro!

(COMUNICATO STAMPA GRUPPO CONSILIARE “UNITI PER FAGNANO“)


, , , , , ,

Share

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi obbligatori contrassegnati con*