In Onda

Black Jack Percorso nell' universo dell'hard rock

Home

E ora Trump va a “comandare”!

9 novembre 2016 Cronaca Cultura e Spettacolo Gossip Notizie


L’America il Paese dei paradossi e delle opportunità, anche di quelle che meno ti aspetti. Di quelle in cui la realtà ha superato l’immaginazione.

Donald Trump è diventato il 45esimo presidente degli Stati Uniti contro ogni pronostico, battendo l’acerrima rivale democratica Clinton.

Una di quelle sconfitte o vittorie, a seconda della prospettiva in cui la si guarda, destinata a fare la storia non solo dell’America ma del mondo.

Era il 2008 quando l’intero pianeta ha atteso (e gran parte ha sperato) l’elezione di un presidente di colore. Insomma, laddove non è arrivato ancora lo spirito santo nel conclave dei cardinali romani per la fumata bianca di un Papa nero, c’era riuscito il popolo americano che ha voluto per due mandati Barack Obama alla Casa Bianca.

Ed è lo stesso popolo americano che oggi, a distanza di 8 anni, ha designato come nuovo inquilino il repubblicano Donald Trump che per caratteristiche, estrazione e provenienza è in antitesi all’uscente.

Obama, il presidente che si è schierato apertamente contro il traffico delle armi, innescando una battaglia a viso scoperto contro lobby e poteri forti!

Il presidente che ha assicurato il servizio sanitario a milioni e milioni di cittadini poveri, ripristinando il vero senso di ciò che è un diritto e non un privilegio per la sola classe benestante.

Certo è che oggi con Trump si apre una nuova epoca, con una direttiva politico-economica di altra natura. Di altra visione. A 70 anni ha coronato il suo ultimo sogno, occupare la poltrona più importante di quel Paese che però ha sempre guardato dall’alto.

Un costruttore e magnate dei media che si è fatto edificare nel centro di Manhattan addirittura la “Trump Tower” per darsi e dare l’idea che lui può tutto! E che il sogno americano esiste ma per i comuni mortali non per lui che va oltre. Va a comandare…

Alessandro Trotta


, , , , , , , , ,

Share

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi obbligatori contrassegnati con*

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi