Radio Charlie

Live onair

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Top of the pops

23:00 23:59

Show attuale

Top of the pops

23:00 23:59

Background

C’è Politica e politica. Ma quella televisiva è solo opinione.

Scritto da il 17 Maggio 2021

Dove va la Politica ? E’ questo l’interrogativo che sempre più frequentemente ci si pone a ben osservare ed analizzare la eccessiva frequentazione dei vari esponenti (con evidente preponderanza per alcune prediletti) nei vari talk shoh e salotti televisivi, come si evidenzia dai resoconti delle grandi testate giornalistiche. Senza voler apparire “laudatores temporis acti”, va tuttavia immediato il ricordo dei più attempati alle sezioni che i vari Partiti nazionali avevano nei vari Comuni. Non certo trattasi dei moderni Movimenti civici sotto i cui più svariati nomi e simboli vorrebbero nascondersi i “figli” della “vecchia” Politica. Senza voler scomodare affermazioni di grandi esegeti della Politica appunto, ma non possiamo svilire di senso culturale e sociale, intesa questa come “servizio nobile per i cittadini”. Aristotele, come i costruttori della nostra Costituzione democratica, da De Gasperi a Berlinguer, non meno che Almirante e Pertini, i Padri nobili della storia recente del nostro sistema comunitario e sociale, attribuivano all’esercizio politico una funzione di artistica nobiltà e gratuità. Tutti concetti formali e sostanziali che l’attuale classe dirigente politica ha fatto di tutto, attraverso i propri comportamenti, leciti e meno leciti, per affossare, appalesando un “fare politico” sempre più affaristico, incoerente e  sempre meno trasparente. Una “nebulosità” gridata nella quale la omologazione dei concetti e posizioni appaiono indistinti, essendosi fatti e trasformati in opinioni, piuttosto che posizioni. E’ il caso di un segretario di Partito (il PD) che non esita a chiosare una trasmissione con i comici trash Pio e Amedeo, piuttosto che soffermarsi sulla credibilità in crisi di una Magistratura “politicizzata” a fini carrieristici. E sono proprio queste ultime a fare la differenza tra un Partito e l’Altro. Dove sta, vien da chiedersi, la differenza in politica estera, come in quella riformistica interna ad un Paese, se, come sta avvenendo in questi giorni di conflitto isaraelo-palestinese, tutti si uniformano a chiedere un “tavolo di Pace” , senza aver primo preso posizione che riconosca ai “convocati” dignità di Stato ?  Così come si può accettare e riconoscere autorevolezza politica a chi, in presenza sempre più frequente di discutibili comportamenti compromissori, collateralistici e di collusionismo, sorvola per il solo criterio di “appartenenza politica” di propri militanti e rappresentanti istituzionali di bandiera ? Dove è finito quel caposaldo ideologico, affermato da soggetti politici del calibro di Berlinguer, quando affermavano che “un politico non solo deve essere moralmente ed eticamente corretto, ma deve anche apparire tale” ? Davvero è passabile il nuovo modo di concepire un politico “impresentabile” solo quando la Magistratura, dopo la fase dell’indizio di empiciment lo deve dichiarare definitivamente colpevole ? Eppure in altri Paesi europei non sono rari i casi in cui politici si dimettono dall’alto incarico per essere solamente essere stati scoperti di aver copiato una tesi di laurea. E da noi “non lasciano” neppure dopo essere stati sbugiardati dalla pretesa conseguita laurea, e dopo aver essere stati intercettati a plaudere atti corruttivi e di connivenza con la malavita. La vedo dura la risalita per una pur semplice affermazione della rappresentanza dal basso ad ogni livello istituzionale di quel “nobile servizio” al cittadino, piuttosto che diventare “casta” inamovibile che vive di privilegi e di immunità alle spalle del solito contribuente, costretto a vedersi chiedere un diritto scambiato per favore.

       Alberto  Volpe    


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi