Radio Charlie

Live onair

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Top of the pops

23:00 23:59

Show attuale

Top of the pops

23:00 23:59

Background

La Calabria diventa rossa e i vaccini procedono a rilento

Scritto da il 27 Marzo 2021

Da lunedì la Calabria passa in zona rossa. Purtroppo l’indice Rt (il tasso di contagiosità del Covid-19) è salito a 1,37, ragion per cui il governo ha deciso per la massima restrizione per la nostra regione.

Le attività scolastiche di ogni ordine e grado si svolgeranno con modalità a distanza; resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. Sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia. Subito dopo Pasqua le scuole riapriranno in presenza. Già da martedì 6 aprile torneranno in classe tutti gli studenti delle elementari e della prima media (così come anche per l’asilo), nonostante il permanere della zona rossa.

Off-limits gli spostamenti fuori dal proprio comune tranne per comprovate motivazioni di salute, necessità o lavoro; vietate le visite a parenti e amici anche all’interno del comune, nemmeno per una sola volta al giorno. Solo nei 3 giorni di Pasqua (da sabato 3 a lunedì 5 aprile) è consentita la visita, una volta al giorno, ad un massimo di due persone (con figli minori di 14 anni) anche all’interno della regione. Lo spostamento dovrà essere documentato tramite autocertificazione.

Si può svolgere attività sportiva nel proprio comune dalle 5 alle 22 , in forma individuale e all’aperto, mantenendo 2 metri di distanza. Restano aperti solo i negozi che vendono cibo e generi di prima necessità; chiusi parrucchieri e centri estetici, così come cinema, teatri, palestre e piscine che erano già chiusi anche nella zona arancione. Per quanto riguarda la ristorazione, l’asporto sarà consentito fino alle 22.

Intanto il Generale Figliuolo, giunto in Calabria venerdì mattina per il tour di monitoraggio della campagna vaccinale, ha dichiarato che i dati calabresi sono in linea con la media vaccinale nazionale. «Stiamo trovando delle buone soluzioni organizzative – ha commentato il Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 in Italia – per incrementare gli hub vaccinali nell’ottica del piano. Si sta andando avanti e sono molto contento di quanto si sta facendo in Calabria».

Purtroppo i dati riportati nella tabella pubblicata sul sito della Presidenza del Consiglio dei ministri, il 26 marzo 2021, non sono rassicuranti per la nostra Regione. I numeri parlano chiaro: ad oggi, dopo quasi 3 mesi dall’avvio della campagna vaccinale, risulta in attesa della prima dose il 61,1% degli ultra ottantenni. Solo il 13,03% ha avuto entrambe le dosi. A ciò si aggiunge la difficoltà di prenotazione tramite un portale online inaccessibile, soprattutto per gli anziani e le categorie più fragili. Nonostante tutto, comunque, ci dicono di stare tranquilli!


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi