Diretta

Live onair

Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

No stop Night

01:00 05:59

Show attuale

No stop Night

01:00 05:59

Background

Quando si usano senza rispetto le istituzioni

Scritto da il 12 Novembre 2020

– Siamo allo sfascio, ma l’Amministrazione, imperterrita e spavalda, sfida la Corte dei Conti con pratiche irrispettose ed elusive delle corrette procedure di controllo. Questa in estrema sintesi la conclusione cui perviene e denuncia l’ex sindaco Fulvio Callisto, a seguito della deliberazione dell’ultima seduta consiliare di questo civico consesso, e sempre avente come argomento proprio la delibera dello stesso Organo di controllo sui bilanci degli Enti locali. Nel suo ruolo “propriamente preventivo e sanzionatorio” la Corte dei Conti aveva richiesto “misure correttive, stante gli squilibri, le anomalie e i falsi rilevati nel 2015” con riverbero sugli esercizi successivi. Già è fatto gravissimo, rileva Callisto, la mancata partecipazione del sindaco Pietro Amatuzzo alla riunione del Consiglio da lui stesso convocato . “Un tentativo di farla franca rispetto ad un possibile giudizio contabile-amministrativo per i gravi rilievi dei giudici contabili” ? In quella sede, sottolinea l’ex primo cittadino malvitano, vi è stata “una mancata risposta in sede consiliare sui supposti falsi di bilancio. E la Corte incalzava il Comune proprio sugli squilibri e sulle gravi anomalie, e l’assenza del sindaco si configurerebbe come aggravante ‘criminosa’”. Ma la stessa formulazione e articolazione dell’odg della seduta fa desumere la volontà di “non dare alcuna risposta ai rilievi dei giudici contabili che indagano in fase istruttoria sui conti di Malvito”. Eppure la richiesta della Corte dei Conti “non era un invito ad una riunione tra 4 amici al bar, ironizza Callisto. Invece la determinazione è divenuta “discussione su delibera n.158-2020 della sezione controllo”. Un “vizio di formulazione che finiva per non adottare alcun provvedimento nel disarmante dibattito che si concludeva attendendo risposta dalla stessa Corte dei Conti”. Ma cosa ha fornito, si chiede Callisto, in termini di nuovi elementi di giudizio e di chiarimenti il Consiglio comunale ? Nulla. Da qui, la conclusione, che così “un Comune finisce per sbeffeggiare una istituzione salda e rispettata come la Corte dei Conti”. Molta materia, come si vede, per maggioranza ed opposizione, che potrebbe avere strascichi nei prossimi giorni.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi